dna cervello coscienza consapevolezza educazione
dna cervello coscienza consapevolezza educazione
International Society of Neuropsychophysiology DNA cervello coscienza consapevolezza educazione
International Society of NeuropsychophysiologyDNA cervello coscienza consapevolezza educazione

 

 

 

 

 

LE LEGGI TRA NATURA E CULTURA

(gennaio-febbraio 1992

 di

 

Michele Trimarchi

 

L’uomo che non si pone la domanda: «Chi sono, da dove vengo e dove vado?» di fatto non è ancora nato in coscienza. È uno dei tanti elementi fisici della Natura soggiogato dalle leggi del “caso” e della “probabilità”, di cui egli è solo oggetto all’interno di un sistema evolutivo.

Le leggi fisiche regolano gli equilibri dinamici del mondo fisico e biologico. Macro e micro si evolvono attraverso un processo graduale che rende giustizia ad ogni forma di energia (atomi, molecole ed organismi biologici). Tutto avviene attraverso un continuo scambio di informazioni.

Il moto è il “motore” della Vita, dell’Universo, per cui tutto è in movimento. Gli oggetti che ci appaiono immobili di fatto sono in movimento poiché tutto ciò che ci circonda e noi stessi siamo costituiti da atomi i quali sono come tanti piccoli sistemi solari: un semplice sasso può essere visto come un universo formato da una infinità di galassie con tanti sistemi solari con pianeti comunicanti tra loro in un perenne scambio di energia-materia-informazione.

Il tempo e lo spazio legati al moto sono grandezze variabili prodotte dall’evoluzione dell’energia. Essendo l’energia movimento, azione, informazione, viene considerata dalla fisica “lavoro”. Infatti l’energia è lavoro poiché produce azioni capaci di trasformare e far evolvere elementi interagenti. Ogni informazione dunque è una “azione lavorativa” finalizzata a trasformare in un continuum dinamico il mondo in cui siamo immersi.

All’uomo è dato di scoprire tali leggi per diventare soggetto, protagonista del proprio divenire. È in questa fase evolutiva che possiamo tracciare coscientemente le linee evolutive al fine di identificare e progettare la vita in uno scambio di informazioni armonizzanti per la creazione di una società in consonanza con il desiderio di tutti di vivere una vita senza violenza e sofferenza, nel pieno rispetto delle libertà fondamentali “regolamentate” dalle leggi fisiche dell’Universo.