dna cervello coscienza consapevolezza educazione
dna cervello coscienza consapevolezza educazione
International Society of Neuropsychophysiology DNA cervello coscienza consapevolezza educazione
International Society of NeuropsychophysiologyDNA cervello coscienza consapevolezza educazione

 

        L'UNIVERSALITA' DELLA CONOSCENZA                               

                                   Scienza e Coscienza                                        per il benessere psicofisico e spirituale

 

 

Riteniamo che la nostra Università debba essere esempio di un Ateneo Internazionale che, in quanto tale, deve fornire l’Universalità della Conoscenza; tutto ciò al di là delle razze, delle religioni, del colore della pelle e della multiculturalità.

 

La nostra Università non intende produrre solo ed esclusivamente titoli formali che conferiscono ruoli o professioni lontani dalle reali competenze e conoscenze funzionali al benessere psicofisico e spirituale di ogni essere umano della Terra.

Sono questi titoli, vuoti di contenuto scientifico, che hanno danneggiato il mondo. Sembrava bastasse essere dottori nelle varie discipline per essere investiti di ruoli che spesso, invece, risultano estranei alle competenze e conoscenze che tali titoli dovrebbero garantire.  Per converso, la nostra Università, insieme al titolo, intende offrire Scienza e Coscienza, poiché anche la Coscienza nel nostro caso fa parte della Scienza.

 

Una Coscienza che sviluppa Conoscenza attraverso la ricerca della verità può assumere qualsiasi ruolo, poiché guidato appunto da tale consapevolezza. Ognuno deve dimostrare ciò che afferma ed eliminare dalla propria logica le ipotesi, le probabilità, i vari “è possibile” e “non è possibile” e affermare soltanto ciò che sa con certezza, affidando alla ricerca tutto ciò che non è ancora conosciuto.

Immaginate che la Logica della Natura, invece che l’Intelligenza Genetica, utilizzi l’intelligenza astratta, ovvero quella delle probabilità, nella fotosintesi, nel metabolismo, nel DNA, nell’RNA, nella sintesi degli enzimi, delle proteine, nella ricerca degli aminoacidi… Cosa accadrebbe se la Natura utilizzasse tale metodo “pseudo-scientifico”? Certamente noi non esisteremmo e tanto meno il piacere, la gioia, l’amore, la giustizia, la libertà, il libero arbitrio.

E allora tutti insieme diciamo “basta con la stupidità” ed iniziamo finalmente a parlare di una Scienza Multidisciplinare ed Integrata, il cui scopo in tutto lo scibile disciplinare deve essere la ricerca della verità, riconosciuta in via di principio come dinamica ed integrata, la cui logica è in sé stessa genetica, ontogenetica, filogenetica, universale.

La mia attività scientifica, dinamica e integrata, e i ruoli attuali di Presidente del Comitato Scientifico e di Preside della Facoltà di Neuropsicofisiologia dell’Università Unisanpaolo, di Presidente dell’International Society of Neuropsychophysiology,  non sono certo onorifici o solo formali, ma mi sono stati riconosciuti in quanto, come scienziato, mi sono adoperato per ridare dignità alla ricerca scientifica, fornendo conoscenze sulle funzioni superiori del cervello umano, integrando tutto ciò che nella ricerca era stato disintegrato dall’ignoranza, la quale ha creato tante discipline e teorie pseudo-scientifiche dalle quali emergono, con la valutazione statistica, altr’e tanti modelli razionali astratti e fini a sé stessi con i quali si tenta di spiegare la biodiversità e gli esseri umani, e il loro valore è solo ed esclusivamente probabilistico, quasi sempre lontano dalla verità.

 

Mentre oggi sappiamo chi siamo, da dove veniamo e dove andiamo: non siamo più “orfani” ma figli di un Amore Immenso, a cui potete dare il nome che volete, che ha dato vita alla biodiversità e a tutti noi esseri umani, ai quali è stato consentito di scoprire, attimo per attimo, le grandi verità trasportate dalle varie forme di energia ai nostri organi di senso, riconoscibili, identificabili dai nostri geni che, in quanto tali, possono creare a loro volta la vita.

 

Per converso, aumenta l’inquinamento ecologico, biofisico, psicologico, chimico-fisico, mentre la Logica della Natura tenta in tutti i modi di conservare il proprio dinamismo in base alle leggi fisiche, che non commettono mai errori e che agiscono sempre in base ad un principio, negato dalle scienze statistiche: il principio causa/effetto.

 

Qualsiasi microrganismo contiene fisica, chimica, biologia e via di seguito; quindi non si possono scindere le discipline scientifiche l’una dall’altra, perché il dinamismo della realtà reintegra tutte le discipline che sono state separate dall’ignoranza.

Questo all’interno delle Università dovrebbe essere ben conosciuto, in quanto Università equivale a Universalità della Conoscenza, per cui nelle Università si deve insegnare solo e soltanto ciò di cui siamo certi, eliminando tutto ciò che è stato smascherato come non vero, non utile, non giusto.

 

E’ inutile continuare, nelle Università, a riproporre teorie astratte e prive di valore conoscitivo, sia dell’essere umano che dell’Universo, poiché queste non fanno altro che aumentare il caos conflittuale all’interno e all’esterno dei vari cervelli, danneggiano i rapporti umani e sociali.

Tutti coloro che insegneranno in questa nostra Università devono acquisire la Logica della ricerca scientifica multidisciplinare ed integrata, affinché l’uomo non si discosti dalla Logica Genetica che gli dà la vita e possa adoperarsi per recuperare tutti quegli squilibri prodotti dalla grande ignoranza del dinamismo della vita che imperversa su tutto il Pianeta.

 

Basta pensare che sempre di più nella scienza si parla di Fisica Quantistica, di Meccanica Quantistica, di Energia; e questo dimostra che ci stiamo avvicinando sempre più alla Logica della Natura, alla Logica dell’Universo.

Infatti, la comunicazione tar particelle atomiche, tra atomi e molecole o tra cellule è sempre e comunque prodotta da informazioni e da messaggi elettromagnetici, e l’elettromagnetismo è il fondamento della comunicazione tra particelle atomiche, tra atomi, molecole, cellule, organi, organismi, esseri umani, stelle, Pianeti.

 

La ricerca scientifica deve sempre e comunque porsi un obiettivo e dimostrare il percorso che utilizza per raggiungerlo, senza fantasie e senza interpretazioni astratte, dimostrando di volta in volta la veridicità e l’utilità di ciò che si afferma, per incrementare qualitativamente lo stile di vita e l’armonizzazione sociale.

Basta con le elucubrazioni mentali poiché ormai offendono la nostra Intelligenza Genetica e aumentano sempre più l’entropia, ovvero lo squilibrio energetico nei vari cervelli, i quali diventano pericolosi per l’intero genere umano.

 

L’ottimismo è in noi, in quanto siamo certi che la storia non finisce qui e ciò viene dimostrato dal contenuto di questo articolo, poiché abbiamo gli strumenti per preparare gli uomini capaci di educare: educere le potenzialità infinite contenute nei geni di ogni singolo uomo della Terra, che non chiede altro che di essere rispettato, amato, affinché anch’esso possa fare altr’e tanto. Creiamo questa società dove le pari dignità diventino scienza esatta, politica, economica ed ecologica.

 

Professor Michele Trimarchi

(Presidente Comitato Scientifico

Presidella della Facoltà di Neuropsicofisiologia

Università Unisanpaolo)